blog

Lo slittamento è iniziato davvero più di tre decenni fa con le cosiddette “rivolte fiscali” di una classe media i cui guadagni avevano smesso di avanzare anche se l’economia continuava a crescere.

Lo slittamento è iniziato davvero più di tre decenni fa con le cosiddette “rivolte fiscali” di una classe media i cui guadagni avevano smesso di avanzare anche se l’economia continuava a crescere.

Solo un altro promemoria di quanto sia stupido il nostro sistema attuale. Le forze dell’inerzia che ostacolano la soluzione della crisi delle cure primarie sono così forti che solo un’implosione molto potente creerà i mezzi politici per superarle. Gli specialisti non vogliono rinunciare al reddito, gli studenti di medicina continueranno a votare con i piedi, i docenti di assistenza primaria esistenti si sono rassegnati a più o meno lo stesso e si stanno accovacciando per la pensione, e molti pazienti sono perfettamente felici di bypassare i documenti di assistenza primaria per ottenere la loro cura da orde di subspecialisti. I pazienti che subiscono il maggior colpo, ovviamente, sono persone povere e della classe media con malattie croniche – anche quelli con un’assicurazione, che non riescono a trovare un PCP e non possono permettersi un medico VIP, e che quindi vivono nella paura perpetua di la prossima crisi. Quando gli addetti ai lavori come i membri della facoltà di medicina non riescono a trovare un medico regolare, però, sai che questa situazione disfunzionale e insostenibile sta arrivando al culmine. Una volta che i prezzi del gas e il crollo dei mutui iniziano a ritirarsi dai titoli dei giornali, aspettati che la crisi dell’assistenza primaria diventi un problema di prima pagina.

È quasi ora. Spread the love Categorie: Uncategorized Etichettato come: Uncategorized “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/2008 / 06/16 / job-post-product-manager-mayo-clinic / “,” 200 “,” OK “,” Mayo Clinic in Rochester, MN, ha aperture immediate per Product Manager esperti per supportare lo sviluppo di prodotti per Web e digitale prodotti destinati a consumatori e dipendenti.Il product manager svolge un ruolo chiave nel garantire la direzione strategica, la progettazione e la consegna puntuale dei prodotti online di Mayo Clinic Health Solution, tra cui MayoClinic.com, Mayo Clinic Health Assessment, Symptom Checker, Expert Blogs e altri social / nuovi media e applicazioni mobili. Il product manager deve gestire i prodotti assegnati dall’ideazione al rilascio e alla manutenzione continua. Le responsabilità riguardano la ricerca e la documentazione qualitativa, la gestione dei requisiti del prodotto scopo e comunicando queste specifiche attraverso comunicazioni scritte e orali ai colleghi dell’unità di lavoro e in altre aree funzionali. Inoltre, questa posizione è responsabile del coordinamento delle attività del processo di sviluppo del prodotto interfunzionale necessarie per un nuovo rilascio o aggiornamento di successo. È richiesto un BS / BA in scienze comportamentali o della salute, affari, tecnologia o campi correlati, oltre a tre-cinque anni di esperienza nella progettazione o nella gestione del prodotto.https://harmoniqhealth.com/ Esperienza nello sviluppo di prodotti utilizzando Web, Web semantico e tecnologie mobili. Preferita individuo creativo, attento ai dettagli, efficiente, organizzato, autonomo ma orientato al team e altamente produttivo. Eccellenti capacità di gestione dei progetti, compreso l’uso di strumenti di settore. Ottime capacità di problem solving e capacità decisionale. Eccellenti abilità di comunicazione scritta e orale.

Ottime capacità di gestione delle relazioni che coinvolgono anche team multidisciplinari. Mayo Clinic, una delle “100 migliori aziende per cui lavorare” della rivista Fortune, offre un eccellente pacchetto di salari e vantaggi. Per candidarti o saperne di più su questa o altre opportunità, visita www.mayoclinic.org/jobs-rst/ e fai riferimento all’annuncio di lavoro n. 12747. Oppure invia un’e-mail a Stephanie Bowron a bowron.stephanie@mayo.edu. Spread the love Categorie: Uncategorized Etichettato come: Annunci, Uncategorized “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog / 2008/06/18 / marketplace-us-office-of-disease-prevenzione-and-health-promotion-seeks-ehealth-fellow / “,” 200 “,” OK “,” The Health Communication and ehealth Team in the L’Ufficio per la prevenzione e la promozione della salute (ODPHP) del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti sta cercando un membro della sanità elettronica. Questa borsa di studio è offerta in collaborazione con l’Association for Prevention Teaching and Research (APTR) come parte del programma APTR-ODPHP Health Policy Fellowship. Le responsabilità del borsista includerebbero: Aiutare a guidare un team di ricerca e sviluppo nel settore della sanità elettronica trasformando il National Health Information Center, attualmente un sito Web 1.0, in un sito di social networking (Web 2.0) che supporta gli operatori sanitari e il pubblico che collabora e impara online. Aiutare a sviluppare e attuare un piano di comunicazione strategico per Healthy People 2020, coinvolgendo le parti interessate in tutta la nazione nella partecipazione allo sviluppo di un quadro e obiettivi per misurare i progressi verso il miglioramento della salute e la riduzione delle disparità entro il 2020.

Opportunità per la creazione condivisa di articoli con revisione paritaria sulla ricerca sulla sanità elettronica. La scadenza per la presentazione della domanda è il 25 luglio 2008 e i borsisti inizieranno a metà estate o all’inizio dell’autunno 2008. Per candidarsi vai qui e per saperne di più visita qui. Spread the love Categorie: Uncategorized Etichettato come: THCB Marketplace “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/ tag / cost-trends / “,” 200 “,” OK “,” di DAVID E. WILLIAMS Dopo aver letto l’edizione di luglio di Health Affairs, sono preoccupato per l’impatto delle Accountable Care Organizations (ACO) sulle tendenze dei costi nel Sistema sanitario statunitense. In The Accountable Care Organization: Qualunque siano i suoi dolori crescenti, il concetto è troppo di vitale importanza per fallire, Francis Crosson del Kaiser Permanente Institute for Health Policy minimizza le varie critiche alle OAC (che possono soffocare l’innovazione, scatenare un torrente di regolamentazione, e fare troppo affidamento sulle tariffe per le metodologie di pagamento del servizio) e sostiene che dobbiamo aiutarli ad avere successo perché non ci sono buone alternative. In caso contrario, sia i pagatori pubblici che quelli privati ​​saranno probabilmente costretti a riduzioni generalizzate dei tassi di pagamento ai fornitori, perché lo stato dell’economia richiederà riduzioni dei costi e non ci sarà nessun altro corso ovvio da perseguire. Possono seguire riduzioni della qualità e dell’accesso … Ma l’emergere delle OAC sta spingendo gli ospedali a consolidarsi, acquistando altri ospedali e studi medici. Continua a leggere … “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/tag/crashlytics/”,”200 “,” OK “,” di Jeff Bussgang Quando sono entrato nel settore del capitale di rischio 10 anni fa dopo essere stato un imprenditore, i miei soci mi hanno avvertito che “il mio livello” per i nuovi investimenti sarebbe aumentato nel tempo.

 In altre parole, i criteri per fare un nuovo investimento – liberare “il bar” – diventerebbero più rigidi con il tempo man mano che sviluppavo più esperienza e vedevo più cose. Ho scoperto che questo è molto vero e l’idea che gli investitori diventino più saggi e selettivi nel tempo è diventata saggezza comune nel settore. Ma negli ultimi anni sta succedendo qualcosa di molto nuovo, qualcosa di molto sorprendente. In poche parole, il limite collettivo della comunità degli investitori per finanziare le giovani società è recentemente diventato più alto, molto più alto. Gli imprenditori con cui parlo lo sentono ogni giorno. Quando propongono la loro nuova idea agli investitori, viene detto loro di costruire prima un prototipo. Quando costruiscono il prototipo, vanno a prendere i clienti.

 Quando acquisiscono clienti, viene detto loro di mostrare le metriche di coinvolgimento. Quando mostrano le metriche di coinvolgimento, viene detto loro di eseguire alcuni esperimenti di monetizzazione. Quando eseguono esperimenti di monetizzazione, sono sfidati a dimostrare la scalabilità. Forse ho la Pasqua in mente questa settimana, ma è come se gli investitori stessero mettendo gli imprenditori attraverso una versione da incubo di Dayeinu, dove non importa quello che ottengono, non è mai abbastanza (parlando della Pasqua, se non hai visto questa clip di Jon Stewart di Pasqua contro Pasqua, è un must. Aspetterò.). Perché la nuova barra degli investimenti è così alta oggi? Non c’è molta euforia e “spiriti animali” per andare in giro con il ritorno del mercato delle IPO, le acquisizioni principali (ad esempio, Instagram a $ 1 miliardo) e l’imminente, sconvolgente IPO di Facebook? Continua a leggere … “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/tag/mystery-shoppers/ “, “200”, “OK”, “di KENT BOTTLES, MD La decisione dell’amministrazione Obama di assumere” mystery shopper “per fingersi pazienti per vedere quanto sia difficile prendere un appuntamento con un medico ha suscitato critiche da parte dei medici. Tuttavia, l’accesso ai medici di base è una questione di politica pubblica molto reale che deve essere compresa se vogliamo prenderci cura con successo degli oltre 30 milioni di americani che ricevono copertura ai sensi dell’Affordable Care Act. L’uso di “mystery shopper” è un cattiva idea? Il dottor Raymond Scalettar pensa certamente che sia una cattiva idea. “Non mi piace l’idea del governo ficcanaso.

 È una pratica perniciosa: tattiche del Grande Fratello, che dovrebbero essere contrastate “. Il dottor George Petruncio dice: “Questo non è il modo per creare fiducia nel governo. Perché dovrei fidarmi di qualcuno che non si identifica correttamente. ” Westby Fisher, MD scrive nel suo blog: “Quando la raccolta di informazioni ha la meglio sull’assistenza ai pazienti, in particolare sulle cure fittizie, abbiamo un problema. È questo un nuovo standard di qualità che possiamo aspettarci dalla nostra nuova iniziativa sanitaria governativa? Proprio come gli artisti della truffa che phishing per ignari informazioni finanziarie di persone online, il phishing su appuntamento governativo non dovrebbe essere tollerato in alcun modo, forma o forma. È una frode, chiara e semplice. ” Diversi medici su Twitter hanno ritwittato il post sul blog del dottor Fisher e hanno dichiarato di essere d’accordo con la sua analisi. Continua a leggere … “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “,” “” https://thehealthcareblog.com/blog/2012/01/05/the- declino-del-bene-pubblico / “,” 200 “,” OK “,” Di Robert Reich La strana reincarnazione di Margaret Thatcher in “The Iron Lady” di Meryl Streep ricorda la battuta più famosa di Thatcher, “non esiste cosa come ‘società’. ”Nessuno del branco di candidati repubblicani in declino l’ha ancora citata, ma potrebbero anche considerare il loro incessante attacco a tutto ciò che è pubblico. Ciò che definisce una società è un insieme di vantaggi e doveri reciproci incarnati in modo più visibile nelle istituzioni pubbliche: scuole pubbliche, biblioteche pubbliche, trasporti pubblici, ospedali pubblici, parchi pubblici, musei pubblici, attività ricreative pubbliche, università pubbliche e così via. Le istituzioni pubbliche sono sostenute da tutti i contribuenti e sono a disposizione di tutti.

Se il sistema fiscale è progressivo, coloro che stanno meglio (e che, presumibilmente, hanno beneficiato di molte di queste stesse istituzioni pubbliche) aiutano a pagare per tutti gli altri. “Privatizzare” significa pagare per te. La conseguenza pratica di ciò in un’economia la cui ricchezza e reddito sono ora più concentrati che in qualsiasi altro periodo degli ultimi 90 anni è quella di rendere disponibili a sempre meno beni pubblici di alta qualità. Gran parte di ciò che viene chiamato “pubblico” è sempre più un bene privato pagato dagli utenti: pedaggi sempre più alti sulle autostrade pubbliche e sui ponti pubblici, tasse scolastiche più elevate nelle cosiddette università pubbliche, tasse di ammissione più elevate nei parchi pubblici e nei musei pubblici. Gran parte del resto di ciò che è considerato “pubblico” è diventato così scadente che coloro che possono permettersi di trovare alternative private. Con il deterioramento delle scuole pubbliche, la classe medio-alta e i ricchi mandano i loro figli a quelli privati. Mentre le piscine pubbliche e i parchi giochi si deteriorano, acquistano iscrizioni a club privati ​​di tennis e nuoto. Con il declino degli ospedali pubblici, pagano tariffe premium per l’assistenza privata. Le comunità recintate e i parchi degli uffici ora sono dotati di prati e passaggi pedonali curati, guardie di sicurezza e sistemi di alimentazione di riserva.

Perché il declino delle istituzioni pubbliche? La stretta finanziaria al governo a tutti i livelli dal 2008 ne spiega solo una parte. Lo slittamento è iniziato davvero più di tre decenni fa con le cosiddette “rivolte fiscali” di una classe media i cui guadagni avevano smesso di avanzare anche se l’economia continuava a crescere. La maggior parte delle famiglie desiderava ancora buoni servizi pubblici e istituzioni ma non poteva più permettersi il conto. Da quel momento in poi, quasi tutti i guadagni derivanti dalla crescita sono andati al massimo. Ma quando l’alta borghesia e i ricchi iniziarono a passare alle istituzioni private, ritirarono il sostegno politico a quelle pubbliche. Di conseguenza, le loro aliquote fiscali marginali sono diminuite, innescando un circolo vizioso di diminuzione delle entrate e deterioramento della qualità, stimolando una maggiore fuga dalle istituzioni pubbliche. Anche le entrate fiscali delle società sono diminuite quando le grandi aziende sono diventate globali, mantenendo i loro profitti all’estero e le loro fatture fiscali al minimo.

Ma non è tutta la storia. L’America non valuta più i beni pubblici come prima. La grande espansione delle istituzioni pubbliche in America è iniziata nei primi anni del 20 ° secolo, quando i riformatori progressisti sostenevano l’idea che tutti noi beneficiamo dei beni pubblici. Scuole, strade, parchi, parchi giochi e sistemi di trasporto eccellenti avrebbero unito la nuova società industriale, avrebbero creato cittadini migliori e generato una prosperità diffusa. L’istruzione, ad esempio, era meno un investimento personale che un bene pubblico, migliorando l’intera comunità e, in ultima analisi, la nazione. Nei decenni successivi – attraverso la Grande Depressione, la Seconda Guerra Mondiale e la Guerra Fredda – questa logica è stata ampliata. Forti istituzioni pubbliche erano viste come baluardi contro, a loro volta, la povertà di massa, il fascismo e poi il comunismo. Il bene pubblico era palpabile: eravamo una società legata da bisogni reciproci e minacce comuni. (Non era una coincidenza che le maggiori estensioni dell’istruzione superiore dopo la seconda guerra mondiale fossero il GI Bill e il National Defense Education Act, e il più grande progetto di opere pubbliche della storia chiamato National Defense Interstate Highway Act.) Ma in un post-freddo L’America della guerra dilatata dal capitale globale, distorta dal reddito e dalla ricchezza concentrati, minata da donazioni elettorali illimitate e scossa da un’ondata di nuovi immigrati facilmente eletti dai demagoghi come “loro”, la nozione di bene pubblico è svanita. Nemmeno i Democratici usano più la frase “il bene pubblico”. I beni pubblici ora sono, nella migliore delle ipotesi, “investimenti pubblici”. Le istituzioni pubbliche si sono trasformate in “partenariati pubblico-privato”; o, per i repubblicani, semplicemente “buoni”. Mitt Romney parla in modo derisorio di ciò che definisce la società dei “diritti” dei Democratici in contrasto con la sua società delle “opportunità”. Almeno immagina ancora una società. Ma non ha spiegato come i normali americani saranno in grado di trarre vantaggio da buone opportunità senza buone scuole pubbliche, istruzione superiore a prezzi accessibili, buone strade e assistenza sanitaria adeguata.

Comunque, i suoi “diritti” sono per lo più un miraggio. Medicare è l’unico diritto che cresce più velocemente del PIL, ma questo perché i costi dell’assistenza sanitaria stanno crescendo più velocemente dell’economia e qualsiasi tentativo di trasformare Medicare in un buono – senza aumentare il buono in tandem con quei costi o in qualche modo addomesticarli – ridurrà solo l’accesso degli anziani all’assistenza sanitaria. La previdenza sociale, da parte sua, non ha contribuito al deficit di bilancio; ha avanzi da anni. Altre reti di sicurezza sono a brandelli. L’assicurazione contro la disoccupazione raggiunge solo il 40% dei disoccupati di questi tempi (in gran parte perché l’ammissibilità richiede un lavoro fisso a tempo pieno per un certo numero di anni anziché, come con la maggior parte delle persone, una serie di lavori o un lavoro part-time). Di cosa potrebbe parlare Mitt?

Al di fuori della difesa, la spesa discrezionale interna è drasticamente diminuita come percentuale dell’economia.